domenica 30 luglio 2017

[Collaborazione] Fiabe così belle che non immaginerete mai – Recensione

Ben ritrovati readers! Era da un po' di tempo che non dedicavo un articolo alla recensione di un libro. Tra impegni e mancanza di tempo ritagliavo pochissimo tempo alla lettura, ma finalmente sono riuscita a terminare la lettura le libro di Ivano Porpora. Il suo libro mi è stato dato in omaggio dalla casa editrice LiberAria, che ringrazio per la fiducia e per l'opportunità.

“C’era una volta, in un reame lontanissimo…” Così iniziano tutte le fiabe, ma non tutte, poi, proseguono nello stesso modo. Una delle Fiabe così belle che non immaginerete mai, per esempio, continuerebbe pressappoco così: “C’era una volta, in un reame lontanissimo, ma lontanissimo tipo: che dovunque avessi casa tu, che fosse a Osimo, a Volterra, a Voghera o perfino a Viadana, questo posto rimaneva sempre lontanissimo, e anche i confinanti dicevano, se chiedevi loro del reame: “Uhh, ma è lontanissimo, aspetti che chiamo mio zio che forse lo sa”, dicevo, in quel reame lontanissimo tutte le famiglie erano divise in: Belli e Brutti…” Ivano Porpora vi condurrà in reami incantati dove incontrerete donne belle belle che amano uomini brutti brutti, cavalieri che hanno perduto il loro cuore, donne che cacciano la bellezza con il retino, bambini velocissimi che recapitano messaggi d’amore tra regni rivali, uomini che giocano a briscola con la tristezza, ma senza vincere, cuori che perdono un colpo, ma per donarlo a un cuore che non batte più, bambini che leggono storie d’amore ai sordi, guerre che finiscono facendo PUM! con il fucile, gare all’incontrario e tante altre avventure fantastiche che vi trasporteranno in un mondo magico e capovolto, in cui non importa se non c’è una morale, perché ogni storia di morali ne ha almeno tre, dato che qui tutto, ma proprio tutto, può succedere, persino nulla.

Quando ho scelto questo libro mi aspettavo la solita storia lineare che ha un inizio e una fine. Con gran sorpresa scopro che in realtà il libro non è altro che una raccolta di fiabe, tutte che iniziano allo stesso modo "C'era una volta...", frase iniziale tipica di qualsiasi fiaba. Ogni fiaba racconta di un regno molto, ma molto lontano difficile da raggiungere. Come ogni fiaba anche quelle di Porpora hanno una morale, anzi tre. In ogni racconto i protagonisti sono diversi: c'è un regno fatto di brutti, ma davvero brutti - o come dice lo scrittore brutti brutti brutti - e di belli ma proprio belli. Oppure un regno sempre lontanissimo ma anche molto esteso tant'è che è suddiviso in due ducati. Questa fiaba, in particolare, mi ha fatto ricordare molto Romeo e Giulietta. Perché? La fiaba parla dei figli dei due ducati innamorati ma incontrarsi per loro è difficile perché Lui stava all'estremità ovest Lei a quella est. La cosa veramente bella di questa favola è la figura di un bambino di nome Ciro che viene assunto come tramite tra i due ducati solo per scambiare i messaggi tra i due amati. Il resto della storia non voglio svelarvela, lasciandovi la curiosità di scoprire come questa fiaba finisca e magari spingendovi ad acquistare questo libro.


Si, consiglio l'acquisto del libro. Ivano Porpora ha realmente fatto una raccolta di fiabe belle, ma davvero belle, belle, belle (riprendendo lo stile dello scrittore). Non solo, lo stile che Porpora utilizza è al quanto personale, sembra quasi che sia lì a raccontarvi la fiaba di persona. Per farvi capire meglio che cosa intendo vi lascio un piccolo estratto del libro:
C'era una volta, in un reame lontanissimo - ma talmente lontanissimo che, che, che, oh, insomma, non mi viene la metafora, stamattina, ma voi fate: lontanissimissimo, e poi aggiungete un posto talmente lontanissimissimo che quelli del Burghy ancora non sapevano che erano stati comprati da Mc Donald's e allora continuavano a servire i Big Burghy[...]
Certo, lo stile di scrittura non è semplice ma è leggero e ci sono stati momenti in cui mi sono divertita a leggere determinate fiabe - come ad esempio quella dei due fratelli gemelli che litigano.
Valuto la lettura di questo libro con 3.5 stelle su 5. Si, avete letto solo commenti positivi perché nel complesso il libro mi è piaciuto, ma come si sono state fiabe che mi sono piaciute ci sono state alcuni che ho dovuto leggere con calma per capire a meglio il senso della storia.

Nessun commento:

Posta un commento