sabato 1 luglio 2017

Recensione - Le ho mai raccontato del vento del nord?

Ben ritrovati lettori! Qualche giorno fa sono passata in libreria attirata dall'offerta che ultimamente sta avendo un grande successo: la possibilità di comprare due libri al prezzo di 9,90€. Ne ho approfittato e oggi vi parlerò di uno dei due libri che ho finito di leggere.
Un'email all'indirizzo sbagliato e tra due perfetti sconosciuti scatta la scintilla. Come in una favola moderna, dopo aver superato l'impaccio iniziale, tra Emmi Rothner - 34 anni, sposa e madre irreprensibile dei due figli del marito - e Leo Leike - psicolinguista reduce dall'ennesimo fallimento sentimentale - si instaura un'amicizia giocosa, segnata dalla complicità e da stoccate di ironia reciproca, e destinata ben presto a evolvere in un sentimento ben più potente, che rischia di travolgere entrambi. Romanzo d'amore epistolare dell'era Internet, "Le ho mai raccontato del vento del Nord" descrive la nascita di un legame intenso, di una relazione che coppia non è, ma lo diventa virtualmente. Un rapporto di questo tipo potrà mai sopravvivere a un vero incontro?
L'autore di questo libro è Daniel Glattauer, diventato un autore di bestseller noto in tutto il mondo. Il romanzo ha avuto così tanto successo che è stato adattato come opera teatrale, radiodramma e audiolibro. Un libro tascabile di sole 192 pagine, adatto per una lettura sotto l'ombrellone. Ma adesso esploriamo il libro più nel dettaglio.
I protagonisti sono due: Emma, che si presenta come Emmi, è una donna sposata che un giorno - anzi per quasi tre mesi - manda una e-mail ad una Casa Editrice per disdire il suo abbonamento in modo da non ricevere più la loro rivista. Nell'arco di questi mesi Emmi manda tre email senza mai ricevere una risposta, fino a quando un giorno a risponderle è un uomo di nome Leo. L'uomo spiega alla donna che la sua e-mail e quella della Casa Editrice sono simile ma per errore la donna aggiungeva una lettera in più che alla fine si scopre corrispondere al cognome di Leo. Nonostante l'avvertimento Emmi continua a cadere in errore per poi spiegare che questo succede essendo di natura mancina, ma costretta durante la scuola a usare la destra. Definisce il suo errore come una lotta tra le dita di entrambe le mani. Ed è da questo momento che i due cominciano a scriversi in modo periodico, all'inizio per puro gioco. D'infatti per Leo all'inizio lo fa per puro scopo professionale. Confessa a Emmi che si sta dedicando allo studio delle e-mail, in particolare estrarne la parte emozionale che si cela tra le righe.
Entrambi, all'inizio, si comportano come due persone che sono amici da molto tempo. Ma pian piano si cominciano a vedere i primi cedimenti. La prima è proprio Emmi, mostrando i primi segni di gelosia anche se continua ad ammettere che mai tradirebbe suo marito. Nonostante questa sua convinzione lei dimostra proprio il contrario. La sua gelosia diventa più forte quando Leo comincia ad uscire con l'amica della donna, Mia. La cosa buffa è che sia stata proprio lei a proporre questo incontro tra i due definendo Mia la ragazza ideale per Leo. Anche Leo successivamente comincia a mostrare segni di cedimento. Una sera, infatti, le scrive una e-mail completamente ubriaco rivelandole cose e sentimenti che prima da allora si era sempre imposto di non scrivere.
Le cose peggiorano nel momento in cui a scrivere Leo è il marito di Emmi. Accorgendosi del cambiamento improvviso della moglie arriva a implorare il suo "eccitante mistero" - così come lei lo definisce - a incontrarla. Un uomo disperato che farebbe di tutto per riavere sua moglie quella che era un tempo, tanto da dargli il permesso di andarci a letto se dovesse succedere. Leo all'inizio si sente in trappola, confuso, arrivando a chiedere una pausa a Emmi per capire cosa vuole realmente. Emmi invece non si arrende, ormai sicura del sentimento che prova per Leo: innamorata di un uomo di cui non ne conosce l'aspetto fisico, ma dell'immagine che si è fatta di lui attraverso le e-mail.
Non ho comprato questo libro perché si trovava sulla lista di quelli ancora da comprare. Leggendone la trama mi ha suscitato curiosità e alla fine ho deciso di comprarlo. La struttura del libro è molto particolare, rispecchiando perfettamente la struttura di una e-mail. Particolare è anche lo stile di scrittura che l'autore utilizza e il modo in cui affronta il lato psicologico della storia: mette a confronto il mondo reale con quello virtuale, mostrando come quest'ultimo riesca mettere da parte con facilità il primo. Tante sono le storie d'amore che sono nate dietro lo schermo: quelle che sono finite bene e quelle che invece ne hanno conseguito una grande delusione. In questo libro i due, nonostante il grande desiderio di volersi incontrare, hanno paura che un possibile incontro possa spezzare la magia che si è creata tra loro grazie alle e-mail.
Un libro divertente, coinvolgente, che ti spinge a leggerne una pagina dopo l'altra senza sosta, pieno di passione ma anche di malinconia. Lo scambio di e-mail tra i due è fatto di profonde riflessioni, sfoghi della propria anima, ma mostrano anche il lato ironico dei due,in particolare quello di Emmi. Un libro consigliato per tutti coloro a cui fa piacere una lettura semplice e coinvolgente. Una storia fatta dal botta e risposta dei due protagonisti. E se siete curiosi di sapere come andrà a finire, vi basta acquistarlo assieme al seguito "La settima onda".

Nessun commento:

Posta un commento