sabato 16 settembre 2017

Prima di domani - Recensione

Buongiorno a tutti lettori! Oggi parlerò di un libro di cui sicuramente conoscerete grazie al film che è stato trasmesso sul grande schermo questa estate: Prima di domani di Lauren Oliver. Io il film non lo ancora visto, perché detto sinceramente mi spaventava. Non per il genere ma per la tematica che viene trattata: la morte. Così ho preferito comprare il libro e ne sono rimasta completamente colpita e me ne sono innamorata. Vi posto qui di seguito la scheda del libro:

Titolo del libro: Prima di domani 
Autrice: Lauren Oliver 
Casa editrice: Piemme 
Genere: Young Adult 
Formato: cartaceo, ebook 
Pagine: 432 
Prezzo: 16,50 (cartaceo), 6,99 (ebook) 
Data uscita: 15 giugno 2017

Se avessi solo un giorno per cambiare tutto? Samantha Kingston ha tutto quello che si potrebbe desiderare: un ragazzo che tutte invidiano, tre amiche fantastiche, la popolarità. E venerdì 12 febbraio sarà un altro giorno perfetto nella sua meravigliosa vita. Invece Sam morirà tornando in macchina con le sue amiche da una festa. La mattina dopo, però, Samantha si risveglia nel suo letto: è di nuovo il 12 febbraio. Sospesa fra la vita e la morte, continuerà a rivivere quella sua ultima giornata comportandosi ogni volta in modo diverso, cercando disperatamente di evitare l'incidente.
Voglio fare una premessa: la morte come argomento principale di un libro non mi è mai piaciuto. Chi non ha paura della morte? Riconosco, inoltre, che affrontare un tema del genere di cui non si conosce nemmeno l'origine ma solamente una serie di visioni, di interpretazioni è al quanto difficile. Proprio per questo faccio i miei complimenti a Lauren Oliver, perché lei è riuscita a trattare questo tema alla perfezione. Consiglio la lettura di questo libro principalmente agli adolescenti: Lauren Oliver descrive altro oltre la morte. Parla della realtà del liceo e di chi vi abita: bullismo, depressione, suicidio, popolarità, tradimento e amore. E' un libro che si legge in pochissimi giorni e mi è piaciuta l'evoluzione del carattere di Samantha, avere la consapevolezza che nella vita sono state prese decisioni sbagliate e di porre rimedio.
Già conoscevo una teoria in cui la morte bloccava qualcuno in un giorno significativo della propria vita e costretto a vivere in quel loop per sempre. Ed è proprio questo che succede a Samantha.
Samantha è la tipica ragazza popolare, tutti la temono ma allo stesso tempo tutti si sentono privilegiati e onorati quando lei rivolge loro la parola o un semplice saluto. Lei è la tipica stronza, ma non il capo del suo gruppo. Quella è Lindsay, probabilmente la più stronza di tutte. A completare il gruppo ci sono anche Elody e Ally. Insomma Samantha ha una vita perfetta che tutti invidiano: popolare, amiche fedeli e fidanzata con il ragazzo che tutti vorrebbero. Ma Samantha non è mai stata così: prima di entrare nelle grazie di Lindsay, Sam era una ragazza qualunque, quella che subiva gli insulti e derisa da tutti. Proprio quella che è diventata la sua migliore amica Lindsay contribuiva a mettere in imbarazzo Sam, fin quando non divennero amiche.
Insomma, una volta ottenuta la popolarità perché rinunciarvi? In fondo Sam adora essere al centro dell'attenzione, essere desiderata. Tutto però cambia nel giorno più importante della sua vita: Il giorno dei Cupidi. E' il 12 febbraio, San Valentino è alle porte e nella Thomas Jeffersons (il suo liceo) ogni 12 di febbraio gli studenti ricevono come regalo da amici, dal proprio amore o da ammiratori segreti una rosa da ciascuno di loro. Il tutto viene descritto dall'autrice quasi come una gara: chi riceveva più rose allora si poteva considerare vincitrice e adorata da tutti.
Fin qui la giornata procede bene.
La sera dello stesso giorno Kent organizza una festa. Sulla strada del ritorno succede l'inimmaginabile: Le ragazze hanno un incidente. Sam si risveglia nel suo letto credendo di essere tornata a casa sana e salva. senza però ricordare come. Da qui comincia il suo loop.
Sam è costretta a vivere lo stesso giorno per almeno sette volte fin quando non capisce come può uscirne. In questi sette risvegli il personaggio di Sam si evolve: dapprima crede di star vivendo una serie di deja-vu, ma quando è finalmente consapevole di quello che sta succedendo cerca di rimediare a tutti i suoi errori, a cominciare dal salvare una ragazza che lei e le sue amiche hanno sempre trattato male: Juliet Sykes. Grazie a questa ragazza Samantha riuscirà a trovare la soluzione al suo blocco, riuscendo finalmente a liberarsi ed essere finalmente libera.
Vi lascio qui linkato un estratto del libro con prologo e un pezzo del primo capitolo: PRIMA DI DOMANI

Nessun commento:

Posta un commento