venerdì 20 ottobre 2017

[Collaborazione] Storie fantastiche di gente comune - Recensione

Buon pomeriggio a tutti voi! Dopo tanto tempo finalmente un articolo completamente diverso rispetto a quelli che stavo pubblico. Una nuova recensione! Si tratta di una collaborazione con l'autore Stefano Valente che mi ha inviato il suo libro così da poterne fare una recensione. Vi lascio qui sotto tutte le informazioni riguardanti il libro.

Autore: Stefano Valente 
Genere: Fiabe e libri per ragazzi 
Prezzo: 12,00 € 
Pagine: 116 
Link per acquistare il libro: https://www.youcanprint.it/fiction/fiction-generale/storie-fantastiche-di-gente-comune-9788892689213.html

Un  eroe non è un impavido guerriero, un martire o un conquistatore di consensi popolari. Un eroe è semplicemente una persona. Un eroe è il prescelto di se stesso, colui che compie una scelta per un bene a lui caro. Naturalmente, una scelta audace. Io, la Voce Narrante, canterò le gesta di tre eroi che hanno compiuto la loro scelta. Paolo, un militare devoto all'uniforme e fedele alla Patria, che ha rinunciato al suo status di militare per inseguire il suo bene. Il secondo eroe è Chiara, un'affascinante ragazza dall'intelligenza fuori dal comune che, attraverso la ragione, vi condurrà in un viaggio fantastico tra nozioni scientifiche e colpi di scena. Infine c'è Matteo, un brillante avvocato che dovrà rimediare ad un imperdonabile errore. Casi irrisolti, verità nascoste e false speranze comporranno la strada che Matteo dovrà percorrere fino all'attuazione della giustizia.
Già dalla copertina comincia la storia di questo libro: esso è suddiviso in tre parti cominciando con la storia di Paolo, proseguendo con la storia di Chiara e infine con quella di Matteo. Tutte e tre le storie ha una morale finale identica: nel loro quotidiano dimostrano di essere un eroe. Paolo ha realizzato il suo sogno. Sin da ragazzo sapeva perfettamente cosa volere, con l'unico desiderio di rendere il mondo un posto migliore. Per questo motivo decide di percorrere una strada completamente diversa rispetto alle aspettative immaginate dai suoi genitori, in particolar modo da sua madre. Dato il suo desiderio decide di diventare un militare. Mi ha molto colpito, nel momento in cui la madre chiede il motivo per cui ha preso questa decisione, la spiegazione da lui utilizzata:
"i nostri ragazzi sono morti per salvare quei popoli vessati da continue guerre civili, sperando di liberarli dagli oppressori che seminano solo terrore. Sono morti per loro, sono morti per noi. Noi viviamo in pace in un mondo di guerre grazie al loro operato e ai loro sacrifici. Meritano il nostro rispetto, hanno diritto alla nostra gratitudine. Nel mio piccolo, anche io voglio dare il mio contributo, non posso stare qui a condurre una vita normale, insipida e monotona"
Ed ecco che qui esce fuori la personalità del personaggio: convinto di ciò realizza il suo sogno, che successivamente mette da parte per poter dare inizio a un nuovo capitolo della sua vita, ovvero metter su famiglia.
La storia di Chiara, invece, si presenta un po' diversa rispetto a quella di Paolo. Nel suo caso la sua vita terminata l'università non la soddisfa per niente, costretta a fare un lavoro che non le da gioia, rispetto a quello che invece è toccato al fratello. Ammette di non invidiarlo, ma tra le righe si legge benissimo che avrebbe desiderato essere al suo posto - in particolare nello specificare che lei possiede un QI superiore rispetto a quello di suo fratello. Diverso è anche il modo in cui dimostra di essere a sua volta un eroe. Arriva a tal punto da decidere di andare contro suo fratello, poiché sentita tradita da lui per averla ingannata.
Infine c'è l'ultimo protagonista dell'ultima storia Matteo. Il suo modo di essere un eroe si rivela essere un po' simile a quello di Chiara: si ritrova a difendere il suo assistito ma che alla fine scopre essere in realtà il colpevole della causa e con coraggio e determinazione Matteo prenderà la dura decisione di far uscire fuori la verità.
Strutturalmente parlando il libro è scritto in prima persona, ovvero le voci narranti sono dei tre protagonisti. Vi è comunque una quarta figura, ovvero l'autore che di tanto in tanto fa il suo ingresso come una specie di filo conduttore tra una vicenda e l'altra.
Insomma per fare una veloce descrizione di questo libro si potrebbe dire che trasmette coraggio, ambizione, determinazione, passione, aiutare il prossimo, servitore della propria Patria e ovviamente EROE.

Nessun commento:

Posta un commento