domenica 10 dicembre 2017

Caraval - Recensione

Buongiorno a tutti readers! Perdonate la mia assenza ma ho passato questa settimana a trasferire il blog da una piattaforma a un'altra - su altervista non mi trovavo più bene e le funzioni da utilizzare erano molto limitate -. Da oggi ufficializzo la riapertura del blog con questo nuovo feed tutto natalizio.
Oggi voglio parlarvi della mia ultima lettura del periodo autunnale. Sto parlando di "Caraval" il nuovo libro della casa editrice Rizzoli. Si è fatta attendere l'uscita di questo libro e molti sono stati i lettori che lo hanno acquistato. Ma quanti come me non sono stati soddisfatti della lettura?


Titolo: Caraval
Autrice: Stephanie Garber
Genere: Fantasy 
Casa editrice: Rizzoli
Uscita: Novembre 2017
Formato: Cartaceo 
Pagine: 429
Punteggio: 3,5 stelle
Link di acquisto: Amazon

Il mondo, per Rossella Dragna, ha sempre avuto i confini della minuscola isola dove vive insieme alla sorella Tella e al potente, crudele padre. Se ha sopportato questi anni di forzato esilio è stato grazie al sogno di partecipare a Caraval, uno spettacolo itinerante misterioso quanto leggendario in cui il pubblico partecipa attivamente; purtroppo, l'imminente, combinato matrimonio a cui il padre la sta costringendo significa la rinuncia anche a quella possibilità di fuga. E invece Rossella riceve il tanto desiderato invito, e con l'aiuto di un misterioso marinaio, insieme a Tella fugge dall'isola e dal suo destino... Appena arrivate a Caraval, però, Tella viene rapita da Legend, il direttore dello spettacolo che nessuno ha mai incontrato: Rossella scopre in fretta che l'edizione di Caraval che sta per iniziare ruota intorno alla sorella, e che ritrovarla è lo scopo ultimo del gioco, non solo suo, ma di tutti i fortunati partecipanti. Ciò che accade in Caraval sono solo trucchi ed illusioni, questo ha sempre sentito dire Rossella. Eppure, sogno e veglia iniziano a confondersi e negare la magia diventa impossibile. Ma che sia realtà o finzione poco conta: Rossella ha cinque notti per ritrovare Tella, e intanto deve evitare di innescare un pericoloso effetto domino che la porterebbe a perdere Tella per sempre...

Che dire di questo libro... Non ho nemmeno le idee chiare.
Partiamo subito dal fatto che l'idea mi è piaciuta, dopotutto è stata la trama ad aver suscitato interesse verso questo libro, ma anche il booktrailer da parte di Rizzoli. Non avevo grandi aspettative, poiché non è uno di quei libri la cui attesa si faceva sentire e non vedevo l'ora di leggerlo. L'ho letto per pura curiosità. E la mia curiosità non è stata soddisfatta.
O meglio solo per metà.
Non nego la bravura dell'autrice, ma purtroppo il suo modo di scrivere non mi ha per niente colpito. Non mi ha per niente presa durante la lettura, tant'è che ci ho messo quasi due settimane a terminare il libro.
Ci sono diversi pareri su questo libro: quelli che lo hanno divorato e lo hanno amato, e poi quelli come me, che lo hanno terminato lentamente e quasi in maniera forzata. 
Parliamo dei personaggi: Rossella è la protagonista. Ora, perché tradurre Scarlett in Rossella? Questa è stata la prima cosa che non mi è piaciuta. Il nome Rossella stonava con tutto il resto. Questa è la prima che non ho sopportato la protagonista: ci sono stati momenti in cui si è comportata da egoista, dimenticando l'obiettivo principale, salvare sua sorella Donatella.
Altro punto sfavore è la grande confusione che si crea durante la lettura. Questo a causa di tanti dettagli, tanti particolari insignificanti che vengono messi in evidenza come importanti. Aggiungiamo anche il suo essere molto ripetitivo.
Sapete quando veramente la storia ha cominciato a diventare interessante? Quando c'è stato il primo incontro tra Rossella e Legend. Da quel momento in poi ho divorato gli ultimi capitoli del libro, scoprendo che ci sarà un seguito intitolato "Legendary". In questi ultimi capitoli ho cominciato anche ad apprezzare il personaggio di Rossella. Durante il gioco il suo personaggio non accennava a evolversi, a mostrare un mutamento. Rossella è sempre rimasta la stessa e aveva un unico pensiero nella mente: rimanere solo per una notte a Caraval, trovare la sorella e poi tornare a casa per sposare il suo futuro e misterioso sposo.
La vera Rossella è uscita fuori alla resa dei conti, ma non vi svelo in quale occasione altrimenti vi rovino il finale.

1 commento:

  1. Anche io l'ho letto molto lentamente, poi al primo incontro tra Rossella e Legend l'ho divorato.

    RispondiElimina